Alcuni dispositivi adatti alla viuslizzazione in streaming di video connessi a Internet.

Come Sfruttare al Meglio l’Arrivo di Netflix in Italia, Grazie al WiFi del Tuo Hotel

Alla fine è arrivato anche in Italia. E promette già di cambiare tutto.

Stiamo parlando di Netflix, la piattaforma di video-streaming online (legale) più famosa al mondo, che qui ha aperto i battenti lo scorso 22 ottobre.

A livello di strumento, si può dire che l’idea non rappresenta (più) una grossa novità per il nostro paese. Già da alcuni mesi, infatti, i grandi player dei contenuti televisivi – Sky e Mediaset davanti a tutti – si erano preventivamente preparati alla battaglia, lanciando in successione serrata piattaforme in tutto e per tutto simili a quella del colosso statunitense, come Sky Online, Infinity e Tim Vision.

Ciò che importa è che Netflix ha fatto di tutto per sbarcare anche qui in Italia, lavorando per oltre un anno sulle necessarie procedure burocratiche e sulle complicate questioni di acquisto dei diritti dei contenuti da trasmettere.

Perché lo ha fatto?

Perché evidentemente anche da noi sempre più italiani, come altri popoli del mondo, apprezzano la possibilità di vedere online i film e le serie TV preferite on demand, ovvero quando pare a loro e dove vogliono loro. Lo stesso Reed Hastings, CEO di Netflix, in occasione della presentazione avvenuta a Milano, ha detto di puntare a  far abbonare al suo servizio addirittura un terzo delle famiglie italiane.

Ma in tutto ciò, cosa c’entrano le strutture ricettive?

Gli Hotel e il Video-Streaming

C’erano una volta i sistemi di TV on-demand e Pay TV per hotel.

Gli ospiti pagavano tariffe supplementari per poter vedere direttamente sulla TV della stanza i loro film, programmi e contenuti preferiti durante la permanenza in albergo. per diverso tempo, questo modello di business ha regalato ai gestori soddisfazioni e qualche revenue extra (insieme a esorbitanti costi per l’allestimento del servizio).

E adesso?

Adesso, con l’avvento del video-streaming online, le opportunità di business offerte dal servizio di TV on-demand in camera cominciano a scemare. E la tendenza è verso un continuo peggioramento, come riportato in questo post di At-Visions.com.

Del resto, se davvero anche nel nostro paese il fenomeno dello streaming arriverà a interessare una famiglia su tre, ciò significa che potenzialmente una persona su tre durante il suo tempo libero vorrà poter usufruire del servizio ovunque si trovi.

Compresa la stanza d’albergo in cui alloggia.

In America, dove il fenomeno Netflix e streaming online è molto diffuso, le cose stanno già così, e gli hotel se ne sono resi conto.
Per esempio, la catena Marriott Hotels ha già reso disponibile agli ospiti l’accesso alla piattaforma, integrata nei televisori dei suoi alberghi statunitensi, e progetta di farlo presto anche in Europa.
Si tratta di un amenity in più per gli ospiti, che possono così collegarsi ai propri account e usufruire senza alcuna restrizione dei loro contenuti preferiti anche mentre alloggiano lontano da casa.

In Italia, questo tipo di servizi comincia ora a prendere piede sul serio. Ma tutto porta a pensare che presto anche nel nostro paese gli ospiti cominceranno a sentirne l’esigenza.

Cosa Serve Sapere?

Per soddisfare richieste di questo genere, bisogna sapere che le piattaforme di video-streaming che abbiamo citato hanno alcune caratteristiche in comune.
Quelle fondamentali sono 2:

  • Sono fruibili tramite dispositivi portatili. Per vedere i propri contenuti preferiti, gli utenti possono utilizzare smartphone, tablet, laptop, chromecast o qualsiasi altro supporto adatto a ricevere e visualizzare le informazioni dello streaming via Internet.
  • Per funzionare, hanno bisogno di una connessione WiFi a Internet. Per vedere lo streaming, è necessario scaricare grandi quantità di dati, opzione di solito non contemplata all’interno dei piani tariffari degli operatori mobili (che impongono ai clienti limiti nel consumo di dati di navigazione). Per questo, senza una connessione WiFi efficiente, l’utente non potrà visualizzare in maniera fluida i filmati e non potrà sfruttare appieno il servizio che ha pagato.

Queste circostanze non fanno altro che rafforzare il ruolo del WiFi nelle camere degli hotel, che di riflesso verrà considerato sempre più protagonista tra i servizi da mettere a disposizione degli ospiti.

Il WiFi al Centro del Mirino

Sappiamo già che i clienti vogliono il WiFi in stanza: lo vogliono fruibile, funzionale e performante (per approfondimenti, leggere il post di Wi-Fi Hotel sulle caratteristiche richieste dagli ospiti al WiFi in albergo).

L’avvento dei servizi di streaming online si candida semplicemente a essere il prossimo banco di prova per il WiFi degli hotel.
Ecco perché i gestori devono assicurarsi sin d’ora che la rete della propria struttura abbia tutte quanto serve a soddisfare ogni esigenza di navigazione degli ospiti.

Ma quali sono i vantaggi che un albergatore può ottenere permettendo agli ospiti di utilizzare le piattaforme di video-streaming online?

Ne elenchiamo alcuni.

Un televisore anni 50 posto nell'angolo di una stanza che proietta i loghi di Infinity, Sky Online e Netflix in Hotel.

1 – Monetizzare il WiFi, offrendo account Premium a pagamento al fianco di quelli Free.

È certamente uno dei vantaggi più concreti. Un metodo efficace per ottenere revenue dirette, prevenendo inoltre eventuali abusi nell’utilizzo della banda dati a disposizione della struttura.

Facciamo un esempio.

Supponiamo che l’albergatore metta a disposizione degli ospiti solo accessi Free, senza alcuna limitazione nell’uso della banda.

In presenza di un sistema WiFi così configurato, molti utenti potrebbero approfittarne utilizzando grandi quantità di traffico dati per gli scopi più disparati:

  • visualizzare contenuti o ascoltare musica in streaming;
  • usare applicazioni di video-chiamata come Skype;
  • scaricare file di grandi dimensioni;
  • svolgere altre attività online che richiedono un utilizzo eccessivo di banda da parte di singoli utenti.

In situazioni come questa, il rischio è che la banda si saturi e che tutti gli ospiti connessi facciano fatica a navigare in maniera fluida.

I sistemi WiFi per l’hospitality più completi integrano la gestione delle classi di servizio, una funzione che consente di creare profili di accesso a Internet differenziati, impostando dei limiti di utilizzo della banda per particolari profili.
Grazie a questa funzione, è possibile offrire agli ospiti:

  • account WiFi gratuiti, con ampiezza di banda limitata, sufficienti per consultare siti generici, social network e email;
  • account WiFi Premium, a pagamento, caratterizzati dall’assenza di limitazioni e da un’ampiezza di banda dedicata.

Si tratta di una soluzione WINWIN per ospiti e albergatori. Gli ospiti infatti avranno a disposizione una connessione stabile e funzionale per vedere tutti i contenuti che desiderano, mentre i gestori non solo contrasteranno sul nascere la possibilità che si verifichino abusi nell’uso della banda, ma potranno anche ottenere revenue dirette derivanti dalla vendita di account a pagamento.

2 – Ridurre i costi dei servizi di TV on-demand

Sfruttando il WiFi e il video-streaming online, in molti casi il gestore potrà tagliare i costi collegati al mantenimento dei servizi di TV on-demand.

Facciamo un esempio.

Supponiamo che Mario sia un appassionato di calcio che, per vedere tutte le partite della sua squadra del cuore dal divano di casa, si è abbonato a una Pay TV. Oggi però il campionato gioca un turno infrasettimanale e Mario si trova a soggiornare in un hotel per una trasferta di lavoro. Ecco allora che chiede al gestore di poter vedere la partita nella sua stanza ed è disposto a pagare per ottenere il servizio.

In assenza di un sistema WiFi adatto a supportare il video-streaming online, per essere pronto a soddisfare una richiesta del genere, l’albergatore deve possedere:

  1. Partnership e convenzioni specifiche sia con Sky, sia con Mediaset Premium (per essere certi di poter mostrare ogni possibile partita di Serie A e ogni possibile partita di Serie B).
  2. Un impianto satellitare centralizzato, per ricevere il segnale delle emittenti televisive satellitari e ritrasmetterlo nelle stanze.
  3. Un apposito decoder in ogni camera della struttura.

Inutile far notare che le spese da sostenere per mantenere questa infrastruttura non sono decisamente trascurabili. Inoltre, per rientrare dell’investimento, l’albergatore è costretto a rendere costoso il servizio per gli ospiti, col rischio che essi decidano di non usufruirne..

In presenza di un sistema WiFi, invece, la questione diviene molto più semplice.

In questa situazione, infatti, Mario può utilizzare il suo dispositivo portatile per vedere la partita direttamente dalla camera, sfruttando la connessione WiFi dell’hotel e il servizio di video-streaming online già compreso nel suo abbonamento alla Pay TV.

Ecco quindi un’altra soluzione WIN-WIN: l’ospite non è costretto a pagare alcun surplus (se non quello di un eventuale account di navigazione Premium), mentre il gestore può esaudire il desiderio del cliente sfruttando l’impianto WiFi della struttura e risparmiando sui costi delle partnership con le Pay TV.

3 – Richiamare nuovi clienti offrendo loro un’esperienza di soggiorno personalizzata

In base a recenti statistiche pubblicate da Hotel News Now, il 52% degli ospiti vorrebbe poter utilizzare i servizi di video-streaming online sulla TV del proprio hotel.

Il dato non si limita a dimostrare quanto sia apprezzato questo strumento, ma piuttosto mette in evidenza una delle rivoluzioni in atto nel settore hospitality: un cliente su due chiede di poter personalizzare la sua esperienza di soggiorno in hotel.

Il mondo dell’hospitality va sempre più verso la personalizzazione dei servizi per i clienti. Gli ospiti vorrebbero fruire di esperienze di soggiorno “su misura”, quasi fossero create appositamente per loro.

In questo senso, disporre di un sistema WiFi adatto a supportare l’utilizzo delle piattaforme di video-streaming è un fattore che può ottenere grande considerazione da parte degli ospiti. Contribuisce a richiamare nuovi clienti e a fidelizzare quelli già acquisiti.

Il WiFi, però, può essere sfruttato dagli albergatori per offrire agli ospiti vari livelli di personalizzazione dell’esperienza.

Come?

Utilizzando pagine di benvenuto, coupon digitali, landing page e SMS personalizzati, per rendere unica l’esperienza di soggiorno dei clienti e farli tornare a casa soddisfatti.

In questo modo, il WiFi diventa automaticamente uno strumento eclettico, da impiegare per fare marketing, curare le relazioni con i clienti e aumentare i ricavi delle strutture.

Sky Online, Infinity e Netflix in Hotel Sono una Nuova Opportunità

È quindi chiaro che l’avvento di Netflix, Sky Online, Infinity e di tutte le altre piattaforme di streaming online è in grado di rappresentare una nuova opportunità per gli albergatori, di quelle da non farsi scappare.

Come sempre, però, per sfruttare al meglio le occasioni è necessario essere preparati e dotarsi degli strumenti più adatti.
Un sistema di gestione delle connessioni come Wi-Fi Hotel rappresenta l’ideale per ottenere il massimo dal WiFi della propria struttura ricettiva. Per scoprirne tutte le funzioni, visitate il nostro mini-sito.

Menu