dati hotel

Qual è il Modo Migliore per Raccogliere i Dati degli Ospiti?

Oggi non si fa che parlare di dati. Big data, information economy, data-based marketing…sembra che tutto giri intorno alle informazioni. Ed effettivamente è così.

Le informazioni oggi sono più accessibili che mai, con internet e i motori di ricerca, ma la conoscenza è sempre più difficile da raggiungere. E questo vale tanto per i consumatori quanto per le attività di business, tanto più per quelle che operano nel settore turistico.

Se hai una struttura ricettiva, sai esattamente di cosa stiamo parlando. Per i tuoi corridoi passano decine, centinaia, anche migliaia di persone, ciascuna con una storia diversa, motivazioni differenti per scegliere la tua struttura e possibilità diverse di tornarci o meno. Per poter massimizzare l’occupazione delle camere e gli sforzi di marketing, hai bisogno di conoscere queste informazioni. Ma come fare? Quali sono i dati più importanti per un hotel e come ottenerli?

I dati degli ospiti più importanti sono quelli che ti permettono di ricontattarli

contattare gli ospiti

Per quanto questo possa sembrare scontato, è fondamentale sottolinearlo. Non serve a nulla conoscere da dove arrivano gli ospiti, con che mezzo viaggiano o che età hanno, se non possiedi dei dati di contatto per mettere a frutto queste informazioni.

Per questo l’intermediazione delle OTA è, nel lungo termine, un rischio per le strutture alberghiere. Anche la migliore agenzia online, che fornisca dati e informazioni sul background dei clienti che porta in struttura, si tiene strettamente segreti i dati di contatto degli ospiti. Per contattarli è necessario passare attraverso i loro sistemi, senza la possibilità di acquisire le informazioni per un uso futuro. In uno scenario simile, un hotel che non acquisisca dati si ritroverebbe totalmente dipendente dalle OTA per il proprio successo.

Cercare di disintermediare le vendite è essenziale per qualsiasi struttura turistica. La partnership con le OTA è indubbiamente vantaggiosa per tutti e non va ostacolata, ma nemmeno bisogna lasciare tutto il controllo dei dati nei loro sistemi.

Non è facile riuscirci prima della prenotazione, mentre una volta che entrano in struttura sono nel TUO regno, ed è con te che avranno a che fare direttamente. È questo il momento in cui è essenziale acquisire i dati giusti.

 

Le Email sono come oro digitale per il tuo hotel

dati

Tra tutti i dati di contatto degli ospiti, le email sono indubbiamente l’oro della comunicazione digitale. E non solo perché permettono di raggiungere i clienti in maniera diretta, senza filtri e senza dipendere dagli algoritmi dei Social Networks, che scelgono arbitrariamente cosa mostrare, a chi e quando.

Le email sono uno dei canali di comunicazione più apprezzati, nonostante quello che si dice sulla morte dell’email marketing. Se fatto nel modo giusto, con un’alternanza di mail informative, di intrattenimento e di vendita, è più vivo che mai.

Molto più utile per le attività di business rispetto ad un numero di telefono, un indirizzo fisico o altro, l’indirizzo email è la porta di ingresso per creare una relazione con i tuoi ospiti. E se non è quasi mai facile ottenerlo prima della prenotazione, e per disintermediare in questa fase è necessario ricorrere ad altre strategie come il remarketing, è invece piuttosto semplice da ricevere una volta che entrano nella struttura.

Il bello è che, con i giusti strumenti, non c’è nemmeno bisogno di chiederlo: è uno dei dati più facili da ottenere, perché l’indirizzo email viene praticamente utilizzato per qualsiasi cosa. In particolare, per connettersi al Wi-Fi.

Raccogliere dati è più semplice che mai utilizzando il Wi-Fi

ospite in hotel con wifi

Certo, la cassetta dei suggerimenti dove gli ospiti possono lasciare la propria “letterina” è una bellissima strategia vintage, che può far colpo sugli amanti del carta e penna. Ma non è sicuramente il modo più efficace per ottenere feedback dagli utenti, men che meno per avere i loro dati di contatto.

Banalmente, il Wi-Fi non solo è lo strumento più semplice e utile per raccogliere i dati dei tuoi ospiti, ma è anche un elemento immancabile in una struttura turistica. Quali sono gli elementi che ne fanno uno strumento di raccolta dei dati così importante? Eccone alcuni:

  • Connettersi al Wi-Fi è una delle primissime cose che qualunque cliente fa quando arriva in camera. E per farlo è norma comune che sia necessario lasciare il proprio indirizzo email, per proseguire con l’autenticazione. Certo, bisogna stare attenti alle normative sulla privacy come il GDPR, ma con una semplice spunta da inserire sarà possibile registrare queste informazioni e utilizzarle a scopi di marketing per la propria struttura.
  • Al Wi-Fi non si connette solo chi ha effettuato la prenotazione, ma ogni occupante della camera. Questo significa più indirizzi email diversi, cioè dati multipli, utilizzabili in diverse occasioni, e possibilità di riuscire a fidelizzare un cliente più che raddoppiate.
  • Tramite il collegamento al Wi-Fi è possibile anche conoscere in tempo reale informazioni come la posizione dell’ospite e la sua presenza o meno in struttura. Raggiungerlo con comunicazioni ad hoc non è mai stato così facile. Ad esempio, si possono impostare delle email automatiche per invitare un ospite che rientri in struttura (e quindi si colleghi automaticamente al Wi-Fi) tra le 16 e le 20 al ristorante, magari proponendo il menù del giorno.
  • Il Wi-Fi in hotel viene utilizzato per lavorare, per svagarsi con le proprie serie preferite, ma anche e soprattutto per organizzare la propria vacanza e scoprire le cose da fare nei dintorni. Con il Wi-Fi dell’hotel si può aiutare in questo compito, predisponendo ad esempio una home page brandizzata con informazioni quali eventi, meteo, offerte e altro nelle vicinanze.

Insomma, non esiste in assoluto un modo migliore del Wi-Fi per raccogliere i dati degli ospiti in hotel. Con strumenti come Wi-Fi Hotel il software hotspot si trasforma in un tool di marketing essenziale, in grado non solo di acquisire i dati, ma anche e soprattutto di metterti in condizione di usarli. Perché che senso avrebbe conoscere gli indirizzi email dei tuoi ospiti, se poi quest’informazione non fosse utilizzata per fare marketing automation?

Puoi fidelizzare i tuoi ospiti, proporre loro di tornare a prezzi scontati, intrattenerli e tenerli informati sulle novità della zona, chiedere di darti un feedback e lasciarti una recensione sui vari portali e molto altro. Il potere del data-based marketing è nelle tue mani, sta a te scegliere come usarlo. Se ti serve ispirazione, abbiamo raccolto alcuni esempi di email marketing davvero efficaci dai nostri clienti in questo articolo.

Cosa ne pensi? Conosci uno strumento migliore del Wi-Fi per raccogliere i dati degli ospiti? Raccontacelo nei commenti e confrontiamoci.

Menu