Quanti articoli hai già letto sul web marketing per hotel? Tanti, vero?

Eppure hai sempre la sensazione che manchi qualche pezzo. Che ti stiano dando delle indicazioni utili ma scollegate tra loro, che ti sfugga il filo conduttore di tutte le attività da fare. Abbiamo indovinato?

Bene, allora continua a leggere, perché vogliamo che questo articolo sia diverso. Questa è una guida completa al web marketing per hotel, in cui vogliamo cercare di raccogliere in una sola pagina tutti gli elementi che hai bisogno di conoscere perché la tua strategia di web marketing possa avere delle solide basi e un prosperoso futuro. Certo, non possiamo pretendere di spiegarti in un solo articolo tutto ciò che c’è da dire su questo argomento, ma possiamo cercare di essere analitici e dettagliati, indicandoti la strada per approfondire i temi che più ti interessano.

Bene. Sei pronto? Ma aspetta, prima rispondiamo ad una domanda:

Perché serve una strategia di web marketing per hotel alla mia struttura?

come fare web marketing in hotel

In fondo, sappiamo che te lo stai chiedendo. Alla fine tu già fai web marketing per il tuo hotel: pubblichi qualche post su Facebook, magari lo sponsorizzi anche, e poi torni a occuparti di altre cose più importanti offline.

Il punto è proprio questo: che tu compi delle azioni di web marketing, ma ti manca una strategia di web marketing per hotel. E c’è tutta la differenza del mondo, perché non è possibile utilizzare al meglio tutti i canali a disposizione e tutte le tecniche che esistono se non si ha definito bene cosa si vuole ottenere e come farlo.

È importante, invece, muoversi con ordine: come nella costruzione fisica della tua struttura, non avrebbe avuto senso pensare a cosa far cucinare ai cuochi prima di aver definito dove posizionare la cucina, di che dimensione farla e che tipo di ristorante creare per il tuo hotel. Allo stesso modo, nel web marketing per hotel bisogna partire dalle basi:

  • Prima di tutto, bisogna occuparsi della propria presenza online in senso esteso. Tutti i canali su cui la propria struttura appare devono essere coordinati, parlare la stessa lingua, proporre la stessa immagine di sé. Bisogna mapparli tutti, monitorarli, dare a ciascuno un punteggio e definire azioni per migliorarli. E per farlo, è imprescindibile un’analisi del proprio pubblico e dei propri punti di forza rispetto alla concorrenza.
  • Poi, è necessario ideare un “funnel” di vendita, ovvero un imbuto entro il quale entrino tanti potenziali nuovi ospiti, e che mano a mano vada a “incanalare” verso la prenotazione quelli che sono veramente interessati, e che poi fidelizzi quelli che vengono a soggiornare nella struttura.

Bene, allora andiamo ad approfondire ogni singolo elemento del percorso che dobbiamo intraprendere in questa guida al marketing per hotel che ogni albergatore dovrebbe leggere!

Chiaramente il tema è talmente ampio che non pretendiamo di riuscire ad essere esaustivi, ma sicuramente al termine della lettura avrai una visione d’insieme chiara e abbastanza completa di quelli che sono gli elementi di marketing digitale per hotel di cui ogni albergatore dovrebbe occuparsi.

1. Un po’ di autoanalisi non fa mai male

analisi web marketing per hotel

Questo primo punto non è necessariamente un elemento di web marketing per hotel, anzi dovrebbe essere qualcosa che viene realizzato con attenzione e in maniera approfondita ben prima di iniziare qualsiasi attività, turistica e non. Ma non è mai tardi per fare un po’ ai auto-analisi, ovvero per fermarsi a osservare i dati di mercato, i propri punti di forza e quelli dei propri competitor, così da creare un quadro chiaro e univoco che possa guidare gli altri step della strategia di web marketing turistico.

  • PUNTI DI FORZA: il primo elemento da considerare in un’onesta autoanalisi, sono i propri punti di forza. Ce ne sono alcuni che sono oggettivi, come la vicinanza all’aeroporto, il numero di camere, etc, e altri che sono più relativi, come la cucina, la comodità delle camere, la potenza del Wi-Fi, etc. Vanno determinati nella maniera più ampia possibile, e messi in relazione con il secondo elemento di analisi.
  • COMPETITOR: i punti di forza spesso sono tali solo in relazione con quelli che sono i punti di debolezza dei competitor. Se tutti gli hotel e le strutture nei dintorni hanno caratteristiche ideali per un target leisure, allora forse avrà senso puntare prevalentemente sui clienti business e creare un’offerta specifica (non necessariamente univoca) per loro.
  • TARGET DI RIFERIMENTO: in base a quanto sopra, emerge chiaramente un target preferenziale a cui un hotel dovrebbe rivolgersi. Il ragionamento può essere fatto anche al contrario (soprattutto se questo tipo di analisi viene effettuata prima di iniziare qualsiasi attività), ma il concetto è lo stesso: determinati punti di forza, soprattutto rispetto ai propri competitor, saranno più apprezzati da un determinato tipo di persone. Questo non deve restare un concetto astratto, anzi, dovrebbe tradursi in dei “modelli” di persone realistici e individuabili: le “buyer personas“.

 

2. Prendersi cura della propria immagine sul web

brand image hotel

Una volta identificati gli elementi sui quali basare la propria strategia di web marketing per hotel (per restare nella metafora, “guardandosi dentro), è il momento di “guardarsi allo specchio” e verificare che aspetto si ha dall’esterno. Per un brand questo è più difficile che per una persona, dato che in ogni specchio (sito) può apparire un’immagine diversa. E per una struttura ricettiva è ancora più complesso, perché ci sono tanti canali su cui un hotel ha poco controllo (OTA, portali di recensioni, etc) ma che contribuiscono a creare la propria immagine. Ma proprio per questo è importante mapparli tutti e analizzarli con occhio critico, per fare in modo che in ogni singolo punto di contatto con il potenziale ospite la struttura appaia al meglio, e in maniera coerente con gli altri canali.

  • SITO WEB: il primo elemento da considerare è “la propria casa”, ovvero il sito web. Nonostante la sempre maggiore importanza degli OTA, non bisogna dimenticarsi che la maggior parte degli utenti fa ricerche molto approfondite prima di effettuare una prenotazione, e che dopo aver identificato una rosa di candidati è probabile che vada a vedere anche il sito web di questi ultimi. In più, è l’unica cosa su cui abbiamo il totale controllo: facciamo in modo che ci rispecchi e ci renda giustizia. Quindi se il tuo sito è vecchio, con un design poco accattivante, confusionario o graficamente brutto, è da qui che dovresti partire.
  • CONTENUTI GRAFICI E TESTUALI: qual è l’unica cosa che non basta mai ad un hotel? Le foto. Anzi, di più: foto, video e testi. Foto vere, con persone che vivono il tuo hotel, che sorridono davvero. Testi accattivanti, non banali, ottimizzati SEO perché il tuo sito possa apparire subito nei motori di ricerca per le parole chiave che potrebbe utilizzare il tuo target.
  • CANALI SOCIAL: se l’hotel è la casa, i social sono il biglietto da visita del tuo business. Foto di scarsa qualità, post scarni, poche interazioni sono tutti elementi che dicono qualcosa sul tuo hotel. Non è necessario essere su tutti i canali social che esistono, anzi, meglio sceglierne un numero limitato ma valorizzare al massimo la propria presenza lì. In questo articolo abbiamo parlato approfonditamente dei segreti dell’utilizzo dei social per strutture turistiche.
  • OTA: eccoci alla nota dolente. Le Online Travel Agencies sono come la suocera antipatica: non se ne può fare a meno, ma non si riesce a non odiarle. Il modo migliore è optare per una serena convivenza, che massimizzi i risultati! È il momento di rivedere con attenzione e occhio critico le foto che sono state caricate su queste piattaforme, le descrizioni, tutti i testi, e fare in modo che siano belli, accattivanti, coerenti con gli altri canali.
  • RECENSIONI: nulla contribuisce di più alla presenza online di una struttura ricettiva che le recensioni dei propri clienti. È la prima cosa che i tuoi potenziali clienti andranno a controllare, e quella a cui daranno più peso. Quindi è una delle più importanti da monitorare e tenere sotto controllo. Sì, esatto: non è vero che sulle recensioni l’hotel non ha controllo, anzi. Sono stati fatti degli interessanti studi a riguardo, ed è emerso che ad esempio rispondere ai feedback degli ospiti, sia positivi che negativi, ha un grande impatto sui risultati. Soprattutto, grazie a Wi-Fi Hotel è possibile ottenere dei feedback privati dagli utenti prima che li lascino in maniera pubblica, e gestire le diverse risposte così da massimizzare quelle positive e arginare quelle negative. Uno degli strumenti di web marketing per hotel più potenti che ci siano!

3. Creare un imbuto che porti l’utente alla prenotazione

trovare nuovi clienti hotel

Una volta che tutti gli elementi dell’immagine del tuo hotel sono a posto, è il momento di cominciare ad attirare sempre più clienti, e di provare a farli appassionare al tuo brand. E bisogna iniziare da chi ha bisogno dei servizi della nostra struttura, che già lo sappia o meno.

  • DOMANDA LATENTE: ci sono persone che hanno bisogno di un hotel, ma ancora non lo sanno, o meglio, ancora non hanno iniziato a cercarlo. Raggiungere queste persone è utile per posizionarsi come alternativa top-of-mind, per avere un vantaggio sui competitor. Il modo migliore per intercettare la domanda latente sono in particolare i social network. Con campagne a pagamento è possibile raggiungere persone appassionate di determinate destinazioni, o che parteciperanno a un certo evento, o a cui piacciono hotel simili al tuo.
  • DOMANDA CONSAPEVOLE: le persone per te più interessanti, perché sono pronte ad effettuare una prenotazione. Sanno di aver bisogno di accommodation e la stanno cercando attivamente, in un certo luogo e in una certa data. E tu dovresti essere lì a farti trovare. Qui entrano in gioco la SEO, la Search Engine Optimisation, e la SEM, Search Engine Marketing, e lo fanno a tutti i livelli. È fondamentale che i testi del tuo sito siano ottimizzati per parole chiave cercabili dagli utenti, ed è molto utile qualche investimento su Google per posizionarsi a pagamento su parole chiave particolarmente interessanti per la tua struttura. Ma non si limita a questo: sapevi che anche le recensioni sono indicizzate da Google? E che quindi migliorare il proprio punteggio sui portali di recensioni spinge il tuo hotel in cima ai risultati di ricerca?

4. La cura dell’ospite: un circolo virtuoso che passa per il digitale

seo per hotel

  • RELAZIONE CON L’OSPITE: ce l’hai fatta, hai ottenuto delle “conversioni“, ovvero i tuoi sforzi di web marketing per hotel si sono tramutati in delle risposte positive e in clienti reali. Ora comincia la parte interessante, ovvero il meccanismo di auto-miglioramento che andrà ad alimentare il tuo “imbuto” e ti porterà sempre nuovi clienti, oltre a rendere quelli che hanno soggiornato da te sempre più soddisfatti. Il primo passo è acquisire quanti più dati possibile sui tuoi clienti, così che tu possa tenerti in contatto con loro. E non c’è modo migliore del Wi-Fi per farlo.
  • MARKETING AUTOMATION: grazie all’utilizzo di software come Wi-Fi Hotel, è possibile mettere a sistema tutti i dati acquisiti e utilizzarli per creare una relazione profonda con l’ospite. Si tratta di marketing automation, ovvero dell’invio automatizzato di comunicazioni e notifiche in momenti specifici, con la finalità di informare, consigliare, chiedere feedback o quant’altro. Il limite è solo la fantasia, guarda ad esempio alcuni interessanti utilizzi che ne fanno i nostri clienti!
  • FIDELIZZAZIONE: quando l’ospite lascia la tua struttura, è la fine del percorso di web marketing per hotel. Vero? No, assolutamente falso! È l’inizio. Un ospite soddisfatto andrà indirizzato verso il passaparola, spronandolo a raccontare la propria esperienza positiva online e offline, e poi invogliato a tornare con offerte, informazioni e regali. Mentre un cliente non pienamente soddisfatto può essere convertito in uno che lo è totalmente, basta chiedergli cosa sia andato storto e fare ciò che serve per risolvere. In ogni caso, alla fine del percorso, si ricomincia dall’inizio: è un ciclo che si auto-alimenta positivamente, con le recensioni positive che migliorano la SEO, i social media che portano nuovi clienti, e il Wi-Fi del tuo hotel che crea relazioni stabili e di lungo termine con gli ospiti.

 

Allora, abbiamo mantenuto le promesse? Speriamo che questa guida al web marketing in hotel ti sia stata utile, dandoti qualche spunto pratico per migliorare la tua strategia digitale.

Hai qualche domanda? Lasciaci un commento qui sotto o contattaci, saremo felici di rispondere a qualunque domanda tu abbia sul web marketing per hotel e su come puoi migliorare la tua strategia con Wi-Fi Hotel.

Menu